Vai al contenuto
Home » Notizie » Perché le aziende delle Canarie pagano meno tasse

Perché le aziende delle Canarie pagano meno tasse

Perché le aziende delle Canarie pagano meno tasse

La fiscalità delle Isole Canarie ha sempre avuto le sue peculiarità, definite dal suo carattere ultraperiferico. Un chiaro esempio di ciò è la Zona Speciale Canaria (ZEC), un invito all’investimento e allo sviluppo che si svela nel cuore dell’Atlantico. Analizzeremo perché le imprese che si stabiliscono in queste isole godono di una minore pressione fiscale e cosa significa ciò per il tessuto imprenditoriale locale e internazionale.

La ZEC: Un Canale di Prosperità in un Contesto Fiscale Atemporale

Non è un segreto che le imprese basate nelle Isole Canarie siano soggette a un regime fiscale privilegiato. Ma, qual è la ragione di questo trattamento differenziato? La risposta la troviamo nella Zona Speciale Canaria (ZEC). Quest’area di bassa tassazione, creata dopo l’approvazione dell’Unione Europea quasi due decenni fa, è stata concepita come un motore per la modernizzazione economica e l’integrazione dell’innovazione nell’arcipelago canario. Con un’aliquota del 4% sull’Imposta sulle Società per le imprese iscritte, i vantaggi sono evidenti e significativi.

Impatto Economico Reale: Numeri che Parlano da Soli

Alla fine dell’ultimo anno, si contavano più di 600 imprese accolte a questo sistema fiscale speciale. L’influenza di questo quadro tributario sulle isole è notevole: queste imprese forniscono lavoro a oltre 9.000 persone e hanno promosso investimenti superiori al miliardo di euro. Lo slancio è tangibile, tanto che anche entità della statura del Banco Santander hanno rivolto la loro attenzione e le loro risorse —192 milioni di euro nell’ultimo semestre— per potenziare il business internazionale delle imprese canarie.

La Collegamento delle Attività: Una Porta alla Diversificazione Economica

La ZEC, lontana dall’essere un paradiso fiscale, esige l’adempimento di certi requisiti, sia nella natura delle attività sia negli investimenti e nella creazione di lavoro. L’elenco è ampio: dai servizi alle imprese e l’outsourcing, fino al fiorente settore audiovisivo, passando per l’essenziale settore marittimo e logistico, senza dimenticare il turismo e le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC). Solo nell’ultimo anno, la ZEC ha dato il via libera a 144 nuovi progetti, destinati a creare oltre 1.400 posti di lavoro e con un investimento previsto di 196 milioni di euro.

Requisiti per l’Incorporazione: Un Impegno verso la Località e lo Sviluppo

Per beneficiare della bassa tassazione, le aziende devono essere entità di nuova creazione con sede effettiva nell’area geografica della ZEC, realizzare un investimento minimo — la cui quantità varia in funzione della specifica ubicazione all’interno dell’arcipelago — e generare un certo numero di posti di lavoro, che devono mantenere nel tempo.

Un Trampolino per l’Impiego e per le Casse Pubbliche

Il regime ZEC non favorisce solo le aziende ma dinamizza anche la creazione di lavoro. Questo, a sua volta, incrementa i contributi sociali e le entrate fiscali derivate dagli stipendi e dagli imposti indiretti per il consumo. Si stima che per ogni milione di euro investito si generino 55 posti di lavoro, con un’entrata fiscale che moltiplica per 3,5 volte il costo fiscale di tale investimento.

Un Orizzonte di Opportunità per Nuovi Business

Con questo scenario, è naturale che Las Palmas e Santa Cruz de Tenerife siano i principali attrattori di nuove imprese. Se hai bisogno di assistenza legale e fiscale alle Isole Canarie il nostro Team è specializzato in apertura di società e business in questo meraviglioso arcipelago. Francesco Junior De Liso e José Bruno Ramírez Cubas sono i fiscalisti con sede a Las Palmas de Gran Canaria. Visita anche la nostra pagina di commercialisti alle Canarie

Conclusione

La ZEC è molto più di un vantaggio fiscale; è un impegno per lo sviluppo sostenibile delle Canarie, uno stimolo per la diversificazione economica ed un invito alla partecipazione attiva di imprese locali e internazionali in un contesto vantaggioso senza paragoni in Europa. Con la strategia adeguata e il rispetto dei requisiti stabiliti, la fioritura di nuove imprese nelle isole non è solo possibile, ma si è trasformata in una realtà vivace che offre all’Europa una finestra sul futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Scrivici